top of page

Casarialto: L' amore per i dettagli. È nostro cuore.

L'Oasi Rialto di Casarialto rappresenta l'amore per la bellezza e per i dettagli.

Queste due componenti che legano Catherine Urban da oltre vent'anni all'Italia.

Durante il fuori salone di Milano come inviata di Amore World Magazine mi diriggo in un posto incantevole di Milano, precisamente all'interno del Palazzo Bagatti Valsecchi in via Santo Spirito.

Piove con me la mia assistente.

All'ingresso del cortile sono presenti dei capolavori, oggetti in legno pregiato e adornati da incisioni a foglia d'oro.

All'interno del cortile la siepe circoscrive delle meravigliose creature, sono degli uccelli poggiati su una superficie argentea che con l'effetto della pioggia e il gioco di luce diventa un lago, un lago di cigni.


SFOGLIA LE IMMANGINI

Ma guardando con attenzione mi accorgo che non sono cigni, hanno tre piedi e sono tutti fatti di vetro.

Mi avvicino alla designer Catherine Urban, con lei la figlia, mi raccontano di come è nato il brand.

La linea Casarilto nasce nel 2008, come conseguenza di un gusto e della visione globale della bellezza e dell'arte.

L'amore per il vetro, una passione che la conduce a trasferirsi vicino Venezia ed è proprio lì che incontra i grandi maestri vetrai con i quali inizia una stretta collaborazione.

Intrecciando il suo spirito moderno e pratico con la maestria e le radici ultra centenari dei vetrai veneziani.

Ogni creazione è un'opera d'arte, unica ed esclusiva.

Il vetro di Casarialto è sottile e leggero, ma resistente sia alle alte temperature che alle basse.

Dice la designer: " Nella mia visione della tavola i bicchieri sono elementi chiave e il vetro è un materiale affascinante con cui lavorare".

Catherine Urban vive tra Venezia e Milano.

Ha studiato al Franch Fashion Institute di Parigi.

Ha lavorato per Chanel, Louis Vuitton per oltre dodici anni.

Ma le sue creazioni non sono semplici bicchieri di vetro, sono arte.

All'interno di alcune creazioni si possono ammirare altre piccolissime creazioni, minuziosamente realizzate con tubi di vetro, sono perfette in ogni sfumatura, dettaglio, dove i colori mischiandosi e fondendosi danno un effetto tridimensionale alla scultura ricreata nel suo interno.

Mi faccio spiegare cosa rappresentano le creature meravigliose, ovvero le creature a tre piedi.

Ride: "Si chiamano Dodo, sono delle creature immaginarie, non sono animali specifici, fanno parte della collezione "dodo"

Continuiamo il viaggio e la sua storia.

Nel 2020 ha introdotto Casarialto Atelier, un progetto che ha l'obiettivo di elevare e valorizzare l'artigianato attraverso un principio di co-creazione.

Un progetto che vede un team di artigiani in un'orchestrazione di idee e di processi condivisi rispettando il talento individuale con l'obiettivo di creare oggetti d'arredo unici e personalizzabili.

Ringrazio Catherine Urban, Asia Pozzoni, Ludovica Riboni, Livia Grandi e la mia assistente Maria Mazzeo.

Per coloro che volessero conoscere il brand e le opere d'arte di Casarialto posso

visionare il sito: www.casarialto.it


SFOGLIA LE IMMAGINI:


53 visualizzazioni0 commenti
1675769659461 (1).png
bottom of page