Amore / Motori,  Amore / Turismo

Sentirsi piloti (o quasi) per un giorno al Circuit Gilles Villeneuve di Montréal

Il circuito di Montréal, intitolato a Gilles Villeneuve, è un circuito cittadino che sorge nel Parc Jean-Drapeau, sull’Isola Notre-Dame, costruita sul fiume San Lorenzo per le Olimpiadi del 1976. Dal 1978 il circuito ospita il Gran Premio del Canada di Formula 1, che proprio quell’anno viene vinto da Villeneuve, a cui il circuito viene intitolato dopo la sua morte, avvenuta nel 1982.

 

Incidenti avvenuti al Circuit Gilles Villeneuve

Nel 1980, nella prima curva dopo la partenza, incidente tra Alan Jones e Nelson Piquet, che coinvolge anche altre vetture, bloccando la gara. Nel 1982 Didier Pironi, in pole position con la Ferrari, rimane fermo sulla griglia al momento del via e viene tamponato dalla Osella di Riccardo Paletti, che muore nell’incidente. Nel 1997, Olivier Panis, a bordo di una Prost, riporta la frattura di entrambe le gambe.

 

Le modifiche

Nel corso della sua storia, le modifiche al tracciato sono state relativamente poche.

Nel 1987 la gara canadese viene annullata per motivi economici, e gli organizzatori ne approfittano per rinnovare il tracciato.

A seguito della tragedia di Imola, nel 1994-1996 il tratto veloce dopo il tornantino viene rallentato da una chicane provvisoria.

La ricerca di un aumento della sicurezza ha portato ad ulteriori modifiche nel 2002. Nonostante un continuo lavoro per aumentarne la sicurezza, la posizione del circuito ne limita lo sviluppo, non essendo possibile quasi in nessun punto l’allargamento degli spazi.

 

Le stagioni 2009-2010 e il record del 2019

Nella stagione 2009 il circuito di Montréal non era in calendario, ma è stato nuovamente inserito dalla stagione 2010.

Il record assoluto del circuito è di 1’10″240 stabilito da Sebastian Vettel su Ferrari durante le qualifiche del Gran Premio del Canada del 2019.

 

Un luogo ideale per il tempo libero

Quando non ospita eventi, il Circuit Gilles Villeneuve è una struttura unica, dove si allenano appassionati di ciclismo, paraciclismo, pattinaggio e corsa. Immerso nel verde, il Circuito è un luogo piacevole e rilassante. Questa pista polivalente offre anche una splendida vista di Montréal, con la sua posizione strategica sul fiume San Lorenzo. Allestita in cima al tornante del Circuit Gilles-Villeneuve, l’area di servizio dispone di servizi igienici, stazioni idriche e una stazione di riparazione self-service che dispone di diversi strumenti utili in caso di problemi durante le sessioni di allenamento sul tracciato.

 

Tutti possono essere Piloti (o quasi) al Circuito Gilles Villeneuve

La pista è visitabile gratuitamente sia in bicicletta che in automobile. È infatti permessa la guida, rispettando un severo limite di velocità di 30 km/h. È da immaginare come un tour esclusivamente panoramico, dato che le corse sul tracciato sono severamente vietate.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *