top of page

Bulgari presente a Milano con una mostra dedicata ai suoi serpenti che compiono 75 anni.

Aggiornamento: 31 ott 2023

Emblema di infinite metamorfosi, il Serpente, simbolo della maison romana fondata da Sotirios Bulgari, diventa protagonista di un'experience immersiva al Dazio di Levante di Piazza Sempione.

Bulgari Serpenti compie tre quarti di secolo, il suo fascino Nel 2023 Bulgari Serpenti, emblema di infinite metamorfosi, celebra il suo 75° anniversario. 

La sua storia e il suo fascino hanno origine nell’orologeria del brand che alla fine degli anni ’40, quando la maison rivisita la prima volta il motivo millenario del serpente attraverso orologi-gioiello essenziali ed eleganti, avvolti nelle spirali del Tubogas, quelle maglie d’oro ingegnosamente connesse tra di loro senza alcuna saldatura.

Poi venne la guerra, era difficile reperire gemme e metalli preziosi, così lo spirito innovatore della naison coniuga la sobrietà estetica al progresso.

Da lì in poi l'evoluzione non si è più fermata. Negli anni ’50, intuendo i cambiamenti del momento storico e le nuove tendenze estetiche, Serpenti passa da funzionale segnatempo a oggetto prezioso.

Poi arrivano le prime collane all'insegna della più squisita artigianalità: il serpente, flessibile e sinuoso viene ricorperto da scaglie realizzate a mano una a una.

Nascono vere e proprie opere d'arte che richiedevano una maestria straordinaria e fino a 200 ore di lavoro, per diventare oggetti di culto dei collezionisti.

Negli anni 70 il serpente Bulgari conquista l’America e persino Andy Warhol, uno dei più influenti artisti del 20esimo secolo, sfoggia nella sua collezione un orologio Serpenti Tubogas a tre giri.

Negli anni più recenti, la linea dei Serpenti è diventata più stilizzata per approdare negli anni 2000 su borse e accessori.

Tutto questo, per festeggiare il 75° anniversario di Serpenti Bulgari, sarà raccontato in una mostra, bellissima, frutto di un’iniziativa artistica internazionale incentrata sul serpente come infinita fonte d’ispirazione creativa: la Serpenti Factory.

La mostra passando da Shanghai, Seoul, Dubai e Tokyo, avrà un’unica tappa europea a Milano con la mostra Serpenti 75 Years of Infinite Tales che è stata inaugurata al Dazio di Levante di Piazza Sempione l’11 ottobre per restare aperta fino al 19 novembre.

Oltre a un percorso narrativo tra gioielli, orologi, video e materiali di archivio, che celebrano l’inarrestabile evoluzione dell’icona, l'esposizione utilizzerà anche le migliori le tecnologie multisensoriali per garantire un’esperienza immersiva.

Per l’occasione diversi artisti internazionali e italiani sono stati coinvolti per interpretare il segno Serpenti. Nella Factory, si potranno ammirare le opere realizzate da Quayola, Sougwen Chung, Daniel Rozin, Cate M, Fabrizio “Bixio” Braghieri e Filippo Salerni, giovane artista che esporrà la sua installazione all’aperto in modo che possa goderne l’intera città.


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page